il portale per i viaggiatori

Gite e altri Itinerari




Home Isole e laghi in Italia le Isole Egadi L'isola di Favignana, la perla delle Egadi

L'isola di Favignana, la perla delle Egadi

PDF Stampa E-mail

FAVIGNANA: L'ISOLA A FORMA DI FARFALLA

piazza_matrice_thumb

Favignana, la più grande dell'arcipelago delle isole Egadi, fa parte della Riserva marina delle isole Egadi.

L'isola di Favignana è abitata fin dai tempi preistorici, di cui restano alcuni graffiti nelle grotte della zona di S. Nicola; fu poi colonizzata da Cartaginesi, Romani, Arabi, Svevi , Normanni e Angioini.

La prosperità dell'isola era dovuta soprattuto alla tonnara Folrio e alle cave di tufo.

Oggi la pesca e il turismo sono le principali fonti di reddito degli abitanti di Favignana. Il mare azzurro e turchese e le belle calette fanno dell'isola una delle mete ricercate nei mesi estivi.

Salvatore Fiume la rappresentò a forma di farfalla per via della sua conformazione fisica.


Per contattare il centro accoglienza della Riserva Marina delle Egadi: tel 0923.923122.

 

COSA VEDERE A FAVIGNANA

tonnara_florio_thumb

Edifici della tonnara Florio, bell’esempio di archeologia

industriale

Villa Florio, residenza della famiglia Florio e progettata dall’architetto De Almeyda;  oggi è di proprietà del comune di Favignana
Piazza Marina, in cui sorgono palazzo Parodi e la chiesa di Sant’Antonio
Piazza Europa, in cui c’e’ la sede del comune e della pro loco e la statua di Ignazio Florio
Piazza Matrice e la chiesa madre Maria SS. Immacolata del XVIII sec, che ha una cupola di maioliche verdi.
Il rione e la chiesa di Sant’Anna, la zona più antica sviluppatasi nel XVIII sec.


s_anna_thumbI resti del vecchio forte di S. Caterina nel punto più alto dell’isola, da cui è possibile vedere tutte le Egadi e parte della costa Occidentale Siciliana.

I Giardini ipogei, ricchi di alberi da frutto
La Zona di S.Nicola, con molte grotte (grotta del pozzo, grotta delle navi, grotta degli archi, grotta delle stele)  alcune delle quali con graffiti preistorici, resti di tombe antiche, ipogei bizantini; nei pressi del cimitero il Bagno delle donne, vasca romana dove si preparava il garum, condimento a base di pesce.
Le Cave di tufo, che veniva esportato in tutta la Sicilia e il nord Africa
Ex Forte s. Giacomo, oggi carcere e quindi non visitabile, in cui furono rinchiusi molti patrioti del Risorgimento italiano

 

 

Tonnara Florio
La tonnara di Favignana è l’unica tonnara ancora in funzione in Italia. A fine primavera, quando inizia la migrazione di tonni dall’atlantico verso il Mediterraneo Orientale, è il momento migliore di pescare il thunnus thynnus, perché la sua carne è molto tenera.
Per mettere in mare la tonnara vera e propria (una complessa struttura di reti) è necessario un mese, a cui segue un mese di pesca e un mese ulteriore per recuperare l’attrezzatura.
Ancora oggi non vengono utilizzati metodi industriali di pesca.

I Florio possedevano anche una seconda tonnara nell'isola di Formica, a pochi chilometri da Favignana.

 

LE SPIAGGE DI FAVIGNANA

A Favignana le spiagge e le calette sono moltissime e scegliere è veramente difficile, perché dipende dai gusti personali. In ogni caso quando le spiagge a sud sono esposte al vento, quelle del nord dell’isola sono ideali per fare il bagno, e viceversa.

cala_azzurra_thumb


Le spiagge di sabbia:

Lido Burrone: la più grande spiaggia sabbiosa dell'isola; ideale per i bambini.

 

Cala Azzurra: due mezzelune sabbiose in una caletta dal mare turchese; ideale per i bambini.

Praia: la piccola spiaggia del paese che si affaccia sul porto.


Le spiagge di scogli:

Cala Rossa: la più bella cala di Favignana: il mare è cristallino e gli scogli piatti ideali per prendere il sole.

cala_rossa_thumb

Discesa impegnativa: non ideale per anziani, donne incinte e bambini piccoli.

Cala del blu marino (o bue marino): che prende il nome dalla foca monaca

Cala Rotonda: spiaggia ghiaiosa in una cala dalle rocce rossastre; si può ammirare l'arco di Ulisse.

Punta sottile: punto ideale per godersi il tramonto ai piedi del faro.

Molto belle anche le calette di: Punta marsala, Grotta berciata, Punta lunga, Punta ferro e Punta faraglione.

 


GIRARE IN BICICLETTA O IN MOTO A FAVIGNANA

La bici e lo scooter (o moto) sono i mezzi ideale per girare l'isola: di Favignana le spiagge e le calette  sono tutte facilmente raggiungibili dai mezzi a 2 ruote e le distanze minime.

Nella cittadina di Favignana sono presenti numerosi noleggiatori di bici e di scooter: una settimana di noleggio potrebbe costarvi circa 35 euro (prezzo luglio 2009).

 

DIVING ED ESPORAZIONE SUBACQUEE

cala_rossa2_thumb

Sull'Isola di Favignana sono presenti centri diving che

lavorano da maggio ad ottobre per le immersioni sportive.

Da non perdere le escursioni a: Punta Marsala, Secca del tonno, Cala Marasolo, Punta Fanfalo, la grotta sommersa tra Cala Rotonda e scoglio Corrente, Secca Fondale.

Le isole Egadi sono Riserva Marina: è vietata la pesca con respiratori.

La zona tra la punta sud-est di Favignana e la Sicilia è interdetta alle immersioni perché vi è una area archeologica sommersa, sito dell'ultima battaglia della prima guerra punica e vi sono ancora tanti relitti.

 

COSA MANGIARE A FAVIGNANA

Numerosi i piatti tipici a base di Tonno (bistecche di tonno, salsicce di tonno, polpette di tonno...) e della cucina tipica delle Egadi.

 

COME ARRIVARE A FAVIGNANA

In nave:

- dal porto di Trapani partono tutto l'anno aliscafi e traghetti della Siremar e della Ustica lines.

- da giugno a settembre ci sono aliscafi anche da Napoli, Ustica e Marsala

 

In aereo:

- l'aeroporto più vicino è quello di Trapani Birgi, da cui si giunge al porto di Trapani con soli 40 minuti di autobus (AST - Autolinee Siciliana Trasporti, Terravision, altri operatori locali).

- dall'aeroporto di Palermo "Falcone Borsellino di Punta Raisi" distante un'ora e mezzo di autobus.

Da Trapani sarà necessario prendere una nave per Favignana.

 

 

 

 
- Template by vonfio.de
Copyright © 2009-2011 www.informazioni-turistiche.it. Tutti i diritti riservati.